A Jerez continuano i progressi del Leopard Racing

Dopo il debutto in quel di Valencia la scorsa settimana, l’avvicinamento alla stagione 2018 si è spostato in Andalusia, al Circuito di Jerez de la Frontera: sui 4423m dell’affascinante tracciato noto a tutti gli appassionati di motociclismo, sono andati in scena tre giorni di Test ufficiali della classe Moto3.

Leopard Racing, team Campione del Mondo in carica, ha iniziato col passo giusto mettendosi subito in evidenza sin dalle prime uscite con la sua nuova formazione piloti costituita da Enea Bastianini e Lorenzo Dalla Porta. Lunedì i due alfieri italiani hanno varcato la pit-lane lavorando sulla posizione di guida: una volta raggiunto il feeling necessario, hanno iniziato ad affinare il set-up e forzare il ritmo.

Con la costante supervisione di Christian Lundberg, soprattutto nella seconda giornata i due giovani talenti hanno alzato l’asticella delle performance andando a limare decimi preziosi ad ogni run, approfittando anche delle condizioni ottimali del meteo e dell’asfalto. Il toscano Lorenzo Dalla Porta, non ancora al 100% della forma fisica dopo la febbre dei giorni scorsi, ha comunque macinato diversi km mettendo a registro un totale di ben 146 giri e avvicinandosi alle posizioni di rilievo nella classifica dei tempi.

La spettacolare caduta in cui era incappato il giorno precedente mentre stava forzando il suo time-attack, non ha certo scalfito la fiducia di Enea Bastianini con la sua Honda NSF250RW, anzi. Il 20enne di Rimini è addirittura sceso sotto il muro dell’1’46”, polverizzando il record del circuito che resisteva dalla pole position della scorsa stagione. I prossimi test IRTA si svolgeranno sempre qui al Circuito di Jerez de la Frontera, per l’ultimo appuntamento ufficiale prima della partenza per il Qatar, sede del round d’apertura del Campionato del Mondo MotoGP 2018.

33 Enea BASTIANINI (1’45.630):

“Sono contentissimo per com’è andato questo test! Sin dalle prime uscite siamo andati forte, poi ci siamo concentrati sulla parte veloce del tracciato. Ho cercato di adattarmi il più possibile alla moto e, di conseguenza, è cresciuta anche la mia fiducia in sella che mi ha permesso di fare dei tempi discreti e di migliorare, soprattutto nel passo. Insieme a tutta la squadra ci stiamo concentrando per capire quel che serve per fare uno step in più. Sono molto fiducioso, l’importante (aldilà del cronometro) è lavorare bene adesso per arrivare pronti in Qatar.”

48 Lorenzo DALLA PORTA (1’46.273):

“Sono stati tre giorni molto positivi. Abbiamo lavorato tanto sulla frenata e sul freno motore: due punti che dobbiamo ancora affinare in questi test. Ogni giorno siamo andati migliorando, specialmente nel seconda e terze giornata. E’ importante essere molti vicini ai primi, puntiamo a fare un passo in avanti. Il rapporto con la squadra è bellissimo, è un piacere lavorare con tutti loro.”

Fonte: leopardnatural.com